Tu sei qui

FAQ Celiachia: Le domande più frequenti

Che cos’è il glutine?

Il glutine è un complesso proteico contenuto in alcuni cereali quali grano tenero, grano duro, farro, segale, kamut, orzo e nei prodotti alimentari derivati da questi cereali, tra cui pane, pasta, biscotti, pizza.  Non è presente in cereali quali riso, mais, grano saraceno e miglio.

Quando e come si manifesta la celiachia?

Non si nasce celiaci, ma con la predisposizione genetica alla celiachia, che potrà svilupparsi in qualsiasi età della vita per l’intervento di co-fattori ambientali in grado di scatenarne l’insorgenza. Le manifestazioni cliniche e i sintomi con cui la celiachia si presenta possono essere vari, con forme a interessamento intestinale, extra-intestinale o asintomatiche.

Quali sono gli effetti del glutine per un celiaco?

Nel soggetto geneticamente predisposto, l’ingestione di glutine determina una reazione immunitaria abnorme a livello dell’intestino tenue, cui consegue una infiammazione cronica con appiattimento dei villi intestinali. Il danneggiamento della mucosa intestinale determina il conseguente malassorbimento dei nutrienti, che a lungo andare può arrivare a determinare alcune patologie.

Come viene diagnosticata la celiachia?

Il primo passo per diagnosticare la celiachia sono gli esami del sangue specifici (per esempio il dosaggio degli anticorpi anti-transglutaminasi), che possono segnalare la necessità di proseguire gli accertamenti. La conferma definitiva della malattia celiaca si ha con la biopsia duodenale tramite esame endoscopico, che permette di valutare lo stato di danneggiamento della mucosa.

Come si cura la celiachia?

Ad oggi l’unica terapia è la dieta priva di glutine, che deve essere seguita per tutta la vita.
La dieta senza glutine consente la normalizzazione della mucosa intestinale e la scomparsa dei sintomi della celiachia.
Nella dieta senza glutine sono alimenti permessi tutti gli alimenti naturalmente senza glutine e i prodotti dietetici senza glutine. Sono invece da evitare tutti gli alimenti contenenti glutine e alimenti a rischio di contaminazione durante la loro lavorazione.
Oggi l’offerta di prodotti dietetici senza glutine è molto ampia e comprende pasta, farine, pane, biscotti, grissini, fette biscottate, merende. Una volta diagnosticata la malattia, con la certificazione di diagnosi di celiachia è possibile ottenere l’esenzione dal pagamento dei prodotti dietetici senza glutine.
La stretta aderenza alla dieta senza glutine è necessaria per la normalizzazione della mucosa intestinale, per la scomparsa dei sintomi della celiachia e per ridurre il rischio di insorgenza di complicanze.